helloimpresa.com

Feedback
SEI IN Innovazioni e Reti Reti d'Impresa IREF Italia PRAEMIA...il valore delle reti

0 voti

Prestigioso evento che dal 2015 IREF Italia ha deciso di organizzare

IREF Italia PRAEMIA...il valore delle reti

Si tratta di una manifestazione ampia e ricca di riconoscimenti e attestazioni con un forte coinvolgimento e diretta partecipazione delle Reti Associate e dei loro Affiliati. L’evento è composto da diverse categorie di premiazioni

ARTICOLI CORRELATI

ALTRE NOTIZIE

E’ il prestigioso evento che dal 2015 IREF Italia ha deciso di organizzare per predisporre un effettivo e concreto strumento che realmente consenta di manifestare un espresso riconoscimento:

- ai valori “umani” presenti nelle reti commerciali attraverso i contributi che quotidianamente e concretamente donne e uomini apportano per “valorizzare le reti”, qualitativamente e quantitativamente;

- ai valori “etici” che l’intero settore delle reti commerciali riceve o ha ricevuto da personalità ed organizzazioni che si sono contraddistinte proprio su tale importante virtù. Si tratta di una manifestazione ampia e ricca di riconoscimenti e attestazioni con un forte coinvolgimento e diretta partecipazione delle Reti Associate e dei loro Affiliati.

L’evento è composto da diverse categorie di premiazioni. Anche fare impresa, assistere l’impresa, gestire e guidare una impresa, ma anche semplicemente “parlare” di impresa, coinvolge profondamente il tessuto morale delle persone e può anche arrivare ad incidere sulle più intime strutture psicologiche delle stesse e chi svolge e assume tali ruoli deve ritenerli anche come spirito di servizio e non solo di potere, ricchezza o ambizione personale. IREF Italia intende, quindi, richiamare alla riflessione gli operatori del settore sull’importanza che deve assumere il riconoscimento dell’opera di apporto e servizio, di dedizione e solidarietà espressa da chi si assume tali responsabilità. Il filosofo tedesco Kant sosteneva che “la correttezza etica di un comportamento sarebbe un dovere assoluto e innegabile, alla stessa maniera in cui nessuno potrebbe negare che due per due fa quattro”. Schopenhauer (acerrimo nemico di Kant) ribatteva che l’imperativo categorico di Kant altro non era che una vera e propria contradictio in adiecto poiché il concetto di dovere ha senso solo in relazione a una promessa di premio o a una minaccia di castigo.

Pierluigi Prencipe
REDAZIONE ONLINE
Iscritto dal 12-10-2011

Lascia la tua opinione


Registrati gratis, la tua opinione sarà visualizzata nel post-it del sito

0
OPINIONI

Lascia la tua opinione

Registrati gratis e la tua opinione apparirà in Home page

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vistatori/Mese

2890082

Pagine/Mese

3650024

Pageviews/User

1,8

Traffico/Mese

39,13GB

Time on Site

2:43

Search % Google

7,7%

Alexa Rank

31580

% Bounce

65%

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.ok