helloimpresa.com

Feedback
SEI IN Imprese & Mercati Norme & Tributi Bollo auto aziendali in leasing: novità su chi deve pagarlo

0 voti

Costi del leasing auto

Bollo auto aziendali in leasing: novità su chi deve pagarlo

Nuove regole in materia di bollo per le auto aziendali in leasing: in base ad un emendamento del Dl Enti Locali ora lo paga l’azienda, non la società di leasing

ARTICOLI CORRELATI

ALTRE NOTIZIE

Novità attendono le imprese in materia di bollo auto e vetture aziendali in leasing. Un argomento su cui peraltro c’è sempre stata un po’ di confusione, sia sul piano aziendale che su quello privato. Man mano che ci si avvicina alla scadenza del pagamento ci assalgono i dubbi: chi deve pagare il bollo auto e come si calcola? Per quanto riguarda le aziende, però, l’estate 2015 ha portato diverse novità.

In particolare, parliamo di una nuova norma relativa al bollo per le auto aziendali in leasing contenuta in un emendamento al Decreto Legge Enti Locali. In base ad esso d’ora in avanti il pagamento della tassa automobilistica non sarà più a carico della società di leasing, ma dell’utilizzatore finale della vettura, azienda o persona fisica.

Bollo auto aziendali in leasing: due alternative di pagamento

ASSILEA, l’associazione italiana di categoria degli operatori del leasing finanziario e operativo, ha specificato che esistono due modalità di pagamento del bollo per le auto aziendali. O paga la tassa direttamente l’azienda o la persona che utilizza il veicolo, oppure la paga la società di leasing, ma sempre per nome e per conto dell’azienda a cui è stata affidata la vettura.

Ciò comporta un ulteriore variazione. A partire da quest’estate la tassa va infatti versata nella regione di residenza del cliente utilizzatore delle vetture e non quella dove si trova la sede della società di leasing. Come anticipato, i pagamento del bollo va pertanto eseguito indicando nome, domicilio e residenza fiscale dell’azienda o della persona che utilizza il veicolo.

Il fatto che il bollo debba essere pagato nella regione dove si trova l’azienda o la persona a cui è intestato il contratto di leasing potrebbe avere due conseguenze, una buona l’altra meno buona. Se da un lato infatti limita la concorrenza fiscale tra le varie regioni, dall’altro rischia di creare problemi nei conteggi per la distribuzione del gettito fiscale tra di esse.

Perché questo cambiamento?

Il provvedimento serve a colmare un buco normativo causato dalla precedente disposizione di legge del 2009. Questa lasciava infatti il dubbio su chi, in caso di insolvenza del cliente utilizzatore, dovesse subentrare nel pagamento della tassa automobilistica. Non era chiaro, in parole povere, se la società titolare del mezzo fosse da considerare obbligata al pagamento del bollo auto in caso di insolvenza. Ora invece è il cliente a rispondere in via esclusiva del pagamento della tassa.

Beatrice Zanetti
REDAZIONE ONLINE
Iscritto dal 28-05-2015

Lascia la tua opinione


Registrati gratis, la tua opinione sarà visualizzata nel post-it del sito

0
OPINIONI

Lascia la tua opinione

Registrati gratis e la tua opinione apparirà in Home page

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vistatori/Mese

2890082

Pagine/Mese

3650024

Pageviews/User

1,8

Traffico/Mese

39,13GB

Time on Site

2:43

Search % Google

7,7%

Alexa Rank

31580

% Bounce

65%

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.ok