helloimpresa.com

Feedback
SEI IN Imprese & Mercati Fisco & Lavoro Lavoro: impianti industriali a rischio, sale la domanda di manutentori

0 voti

Aziende a caccia di profili nel settore manutenzione

Lavoro: impianti industriali a rischio, sale la domanda di manutentori

Technical Hunters società italiana di head hunting ha aperto 36 posizioni in questo ambito nel 2016. In particolare, vengono ricercati Ingegneri di manutenzione e Responsabili di manutenzione, soprattutto nelle aree italiane più densamente industrializzate, come Lombardia, Triveneto Emilia Romagna e Toscana

ARTICOLI CORRELATI

ALTRE NOTIZIE

Aziende a caccia di profili nel settore manutenzione: Technical Hunters società italiana di head hunting ha aperto 36 posizioni in questo ambito nel 2016. In particolare, vengono ricercati Ingegneri di manutenzione e Responsabili di manutenzione, soprattutto nelle aree italiane più densamente industrializzate, come Lombardia, Triveneto Emilia Romagna e Toscana.

I settori da cui provengono le richieste sono quello chimico, l’alimentare, il metalmeccanico, la manifattura, l’automotive. Si tratta in particolare dell’industria produttiva di medie/grandi dimensioni, con almeno 100 dipendenti, dove il processo produttivo è più complesso e strutturato.

L’ingegnere di manutenzione si occupa della progettazione, del controllo e del miglioramento continuo del sistema manutenzione. E’ quindi responsabile delle politiche di manutenzione e della loro organizzazione, predispone l’utilizzo degli strumenti di supporto operativo e gestisce i materiali necessari alle operazioni. E’ richiesta una laurea in ingegneria e la conoscenza fluente dell’inglese. Le retribuzioni previste sono in media tra i 30-50 mila euro lordi l’anno, a seconda dell'esperienza maturata.

Il responsabile di manutenzione è responsabile della continuità e della regolarità delle unità produttive, sovrintendendo tutto il processo manutentivo. Gestisce in prima persona il lavoro degli operatori e dei tecnici di manutenzione nelle diverse fasi di intervento. E’ richiesta una laurea in ingegneria e la conoscenza fluente dell’inglese. Le retribuzioni previste variano media tra i 50-80 mila euro lordi l’anno, in base all'esperienza maturata.

“Negli ultimi dieci anni molte aziende hanno aumentato la produttività, iniziando a lavorare su turni o a ciclo a continuo, per produrre di più e in minor tempo. Una dinamica che stressa gli impianti, riducendone la vita utile e aumentando la possibilità di guasti”, spiega Matteo Columbo, Director di Technical Hunters. “L’affidabilità dell’impianto è quindi un elemento critico che necessita di una struttura di manutenzione meccanica e strumentale di elevata specializzazione e che operi con tempestività ed efficienza”.

Pierluigi Prencipe
REDAZIONE ONLINE
Iscritto dal 12-10-2011

Lascia la tua opinione


Registrati gratis, la tua opinione sarà visualizzata nel post-it del sito

0
OPINIONI

Lascia la tua opinione

Registrati gratis e la tua opinione apparirà in Home page

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vistatori/Mese

2890082

Pagine/Mese

3650024

Pageviews/User

1,8

Traffico/Mese

39,13GB

Time on Site

2:43

Search % Google

7,7%

Alexa Rank

31580

% Bounce

65%

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.ok