helloimpresa.com

Feedback
SEI IN Aziende & Uomini Storie d'Impresa Col de Réy 2011 è il terzo miglior vino rosso d'Italia nel 2017

0 voti

Grande successo per il Podere Provinciale Cantina Laimburg

Col de Réy 2011 è il terzo miglior vino rosso d'Italia nel 2017

La punta di diamante del Podere Provinciale Cantina Laimburg vince l’acclamato premio nazionale e viene inserita nell’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2017

ARTICOLI CORRELATI

ALTRE NOTIZIE

Grande successo per il Podere Provinciale Cantina Laimburg, al Concorso I migliori Vini Italiani 2017 di Luca Maroni. Su un totale di circa 100 vini, il Col de Réy 2011 è salito infatti sul podio nazionale, aggiudicandosi il titolo di Terzo Miglior Vino Rosso d’Italia, con una valutazione di 96 punti.

Punta di diamante della produzione altoatesina, il Col de Réy 2011 è stato così inserito all’interno dell’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2017, una delle selezioni più complete ed autorevoli sui vini italiani, giunta ormai alla sua 24^ edizione.

Un titolo di alto merito che conferma ancora una volta il prestigio della Cantina Laimburg, dando risalto ad un vino che nasce in una delle zone più vocate dell’Alto Adige, a Gries e nei pressi di Caldaro.

Di colore rosso rubino e con riflessi rosso granata, il Col de Réy 2011, il cui nome trae origine da millenarie leggende dolomitiche, si presenta fruttato e dal sapore complesso e singolare, in cui l’acidità e il corpo del Petit Verdot e del Tannat si amalgamano armoniosamente con quelli del Lagrein. Questo vino corposo, elegante e molto persistente, è affinato in piccole botti di rovere (Barrique) custodite nell’affascinante “Cantina nella Roccia”, scavata nel cuore del Monte di Mezzo, a Vadena (Bz), all’interno della pietra porfirica. La struttura presenta inoltre al suo interno una sala di 300 mq, adibita ad auditorium di rappresentanza per la regione vitivinicola Alto Adige e per la Giunta Provinciale. È inoltre conosciuta in tutta Europa per la sua bellezza e per l’atmosfera affascinante, in grado di attirare le visite di politici e uomini di cultura di fama internazionale.

La Cantina, gestita dal Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg e attualmente diretta dall’enologo Urban Piccolruaz, riveste un ruolo fondamentale nella ricerca e sperimentazione in ambito vitivinicolo ed enologico in Alto Adige.

Da 44 ettari si coltivano vitigni autoctoni come il Lagrein, il Gewürztraminer, il Kerner e il Pinot Nero, suddivisi in ben 11 poderi provinciali dislocati tra Merano, la Valle Isarco, Bolzano – Gries, la Bassa Atesina e l’Oltradige, con una produzione di circa 150.000 bottiglie annue.  

 

Pierluigi Prencipe
REDAZIONE ONLINE
Iscritto dal 12-10-2011

Lascia la tua opinione


Registrati gratis, la tua opinione sarà visualizzata nel post-it del sito

0
OPINIONI

Lascia la tua opinione

Registrati gratis e la tua opinione apparirà in Home page

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vistatori/Mese

2890082

Pagine/Mese

3650024

Pageviews/User

1,8

Traffico/Mese

39,13GB

Time on Site

2:43

Search % Google

7,7%

Alexa Rank

31580

% Bounce

65%

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.ok