helloimpresa.com

Feedback
SEI IN Made in Italy Moda & Motori Stefanel spiega i processi di lavorazione del cashmere

0 voti

Tutto ciò che si deve sapere sul cashmere

Stefanel spiega i processi di lavorazione del cashmere

Il Cashmere è uno dei prodotti più pregiati nel panorama dell'abbigliamento. Stefanel spiega i processi della lavorazione e il modo di preservare delle caratteristiche di morbidezza e leggerezza dei capi in Cashmere

ARTICOLI CORRELATI

ALTRE NOTIZIE

Il Cashmere è uno dei prodotti più pregiati nel panorama dell'abbigliamento. Stefanel spiega i processi della lavorazione e il modo di preservare delle caratteristiche di morbidezza e leggerezza dei capi in Cashmere.

La collezione di cashmere che produciamo, racconta la nostra esperienza e la nostra storia, che si sono evolute nel tempo grazie al costante aggiornamento tecnico e all’abilità di tecnici e artigiani che hanno trasmesso la loro competenza. Se tutte le donne apprezzano la qualità del cashmere dei capi Stefanel, non molte conoscono come si produce questo tessuto eccezionale: Il cashmere si ricava dal vello di una speciale capra chiamata Hircus che vive sulle cime più alte del Ladakh, del Tibet e della Mongolia dove il freddo arriva anche a -40°.

La raccolta del pelo, da cui si ricava il cashmere grezzo, viene effettuata fra aprile e giugno, con speciali strumenti in legno molto simili a pettini. La finezza e la morbidezza del cashmere dipendono in larga misura dalle condizioni ambientali in cui la capra pascola e vive.

A seconda della provenienza, la qualità del filo si differenzia per qualità e morbidezza e ancora oggi tutti i processi di lavorazione sono molto artigianali: il vello viene lavato con acqua di fonte e lasciato asciugare all’aria; gli strumenti usati per la filatura sono in legno in modo tale da non rovinare con mezzi meccanici la fibra, che è comunque viva.

Al contrario di quello che comunemente si pensa, il cashmere non è un filo particolarmente delicato e non necessita di una specifica manutenzione. Può essere lavato in acqua, sempre a rovescio, meglio se fredda o al massimo a 30° con un detersivo specifico. E’ bene che l’asciugatura non avvenga mai alla luce diretta del sole e sempre lontano da fonti di calore, va asciugato in piano e non appeso, in questo modo non sarà necessario stirare, nel caso, dare solo un leggero colpo di vapore o passare il ferro da stiro al rovescio con un panno umido. Uno dei maggiori inconvenienti è dato dal peeling: quei fastidiosi pallini che si formano portando il capo. Va subito detto che non sono assolutamente da considerare un segno di cattiva qualità. Il cashmere, come tutta la lana, è una fibra “viva” e reagisce alla differente natura di chi la indossa.

Sappiamo quanto le donne amino il cashmere e Stefanel ha a cuore le loro esigenze. Lo stile ci guida nell’evoluzione delle nostre collezioni che parlano ad una donna che sa cosa vuole: chic di qualità, capi classici destinati a durare, design senza tempo, massimo comfort, lusso quotidiano al giusto prezzo per un look sempre attuale.

Stile, qualità, amore per la moda e rispetto per il consumatore: questo è quello che ci guida nello sviluppo delle nostre collezioni. Stefanel, da oltre 50 anni, trasforma il filo in moda e una maglia in una sensazione mai provata.

 

Prenota le tua vacanze vicino Aosta presso il Campeggio Lac Lexert

Pierluigi Prencipe
REDAZIONE ONLINE
Iscritto dal 12-10-2011

Lascia la tua opinione


Registrati gratis, la tua opinione sarà visualizzata nel post-it del sito

0
OPINIONI

Lascia la tua opinione

Registrati gratis e la tua opinione apparirà in Home page

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vistatori/Mese

2890082

Pagine/Mese

3650024

Pageviews/User

1,8

Traffico/Mese

39,13GB

Time on Site

2:43

Search % Google

7,7%

Alexa Rank

31580

% Bounce

65%

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.ok